21 -November -2017 - 18:37

ROMA CINEMAFEST: RED CARPET INFUOCATO DALLA PROTESTA

 

Giovedì 28 ottobre un vento anni Settanta ha soffiato sul tappeto rosso del Festival internazionale del Cinema: tutte le categorie del settore hanno protestato e continuano a farlo a gran voce .

Migliaia di manifestanti hanno formato un corteo fuori dall’Auditorium fino alla cavea e sono entrati nell' Auditorium occupando il red carpet.

Circa 1500 persone hanno fatto irruzione con fischietti, slogan e cartelli, e dopo aver percorso il tappeto rosso si sono seduti davanti all'ingresso della sala Santa Cecilia dell'Auditorium per disturbare l'inaugurazione della rassegna con il film "Last night".

I precari del cinema hanno fatto irruzione tutti compatti al grido di "Tutti a casa", rivolto alla nostra classe dirigente rea di non tutelare il mondo della cultura.

Con in testa il simpatico Charlie Gnocchi con tanto di panino ripieno di un 'ciack', metafora del motto "Col cinema non si mangia", quasi 1500 dimostranti hanno invaso il tappeto rosso, rendendo così impossibile ogni red carpet e, quindi, vana l'attesa di veder comparire Eva & Keira.

Ma erano tanti i volti noti del piccolo e del grande schermo mischiati ai precari in un ideale abbraccio di solidarietà a tutti questi lavoratori travolti da una crisi occupazionale senza precedenti.

I registi Virzì, Bellocchio, Sorrentino, Cristina Comencini, Carlo Verdone, gli attori Elio Germano, Kim Rossi Stuart, Neri Marcorè, Mario Donatone, Massimo Ghini, Beppe Fiorello, Alessandro Haber, Monica Guerritore, Isabella Ferrari, Barbara Bouchet e tanti , tanti altri.

Quindi, paradossalmente, alla fine le star erano davvero tante, alla faccia di chi aveva accusato il Festival di essere un pò sotto tono per la mancanza di ospiti illustri. Che però, spinti da una nobile causa, sono accorsi in massa, confondendosi tra i manifestanti.

Così mentre in sala ospiti illustri come Gianni Letta, Gina Lollobrigida, Gianni Alemanno e Luigi Abete aspettavano di vedere "Last Nigh", il film interpretato da Keira Knightley e Eva Mendes, fuori è proseguito in modo ordinato, ma deciso (e personalmente anche emozionante) il sit-in dei manifestanti con il presidente di Giuria, Sergio Castellitto che umanamente ha condiviso le motivazioni della protesta offrendosi di leggere a una platea immensa il comunicato stampa ufficiale con le motivazioni della clamorosa protesta.

Alla fine sono arrivate anche Eva & Keira, si sono fatte vedere per un fuggevole istante, tutte e due in abito cipria, eteree e sofisticate, ma determinate ad appoggiare in prima persona i manifestanti perché anche negli States fare del cinema non è impresa da poco di questi tempi...

Sono intervenuti anche Ettore Scola, Luca Barbareschi, Emanuele Cerman, Claudio Fragasso, che potrete ascoltare nel video condiviso da Emanuele Cerman.

db management&production è dalla vostra parte.

 

VIDEO:

 

2017  db management&production   globbersthemes joomla templates